.
Annunci online

Gloriaesposito Solo i fatti contano
Suor Orsola: c'è il porte aperte per i beni culturali

L’Università Suor Orsola Benincasa aprirà, il 15 e il 16 Maggio prossimo, le porte dei suoi laboratori agli studenti degli istituti superiori per lanciare il nuovo corso di laurea magistrale in “Restauro dei Beni culturali”. Per  invogliare i futuri universitari a scegliere quest’indirizzo, infatti, i tutor del Suor Orsola accompagneranno i giovani nei locali dove lavorano i restauratori dei dipinti, degli affreschi, dei manufatti in legno o dei metalli preziosi e permetteranno agli aspiranti studenti di “Beni culturali” di cogliere l’opportunità di cimentarsi in interessanti esperimenti e prove pratiche. “Abbiamo scelto un nuovo modo di fare orientamento, un orientamento attivo, in cui il singolo studente viene messo nelle condizioni di provare concretamente una giornata di vita universitaria, con pillole di lezioni, domande, chiarimenti e soprattutto dimostrazioni pratiche” spiega Paola Villani, responsabile del Servizio di Orientamento di Ateneo. Per rafforzare ancor più quest’approccio concreto all’apprendimento, il nuovo corso di laurea magistrale in “Restauro dei Beni Culturali” coniugherà scuola e professione grazie al titolo di laurea che varrà come esame di Stato e che sarà direttamente abilitante alla qualificazione di restauratore di beni culturali. La possibilità per gli universitari di ottenere al termine degli studi la laurea- abilitazione nel settore del restauro, infatti, è la caratteristica più innovativa di questa magistrale: solo quattro università in tutta Italia, ad oggi, hanno ricevuto il placet per l’attivazione di questo corso, placet che arriva in seguito ad una severa procedura di valutazione di una Commissione Interministeriale Miur-Mibac, volta a verificare scrupolosamente la presenza di una serie di requisiti di eccellenza dell’attività formativa. “Per noi è un motivo di grande soddisfazione - spiega Giovanni Coppola, presidente del nuovo corso di laurea in restauro dei beni culturali del Suor Orsola - essere l’unico Ateneo del Mezzogiorno ad aver ottenuto l’attivazione del nuovo corso”; infatti, per il momento, oltre al Suor Orsola, solo altre tre Università in tutta Italia hanno ricevuto la doppia approvazione dei due dicasteri dell’Università e dei Beni Culturali: l’Università di Torino, l’Università “Tor Vergata” di Roma e l’Università di Urbino. Un buon risultato, dunque, che sembra coronare molti anni d’esperienza nel campo dei beni culturali: “soltanto negli ultimi quindici anni, l’Università Suor Orsola Benincasa ha svolto tantissimi lavori per la salvaguardia, la conservazione ed il restauro del patrimonio artistico e culturale della città di Napoli e della Campania” - spiega Anna Adele Aprile, responsabile dei Laboratori di restauro dei dipinti – “mettendo al servizio delle istituzioni in maniera completamente gratuita tutto il suo bagaglio di esperienze e competenze”. Esperienze e competenze che potranno servire anche ai venti studenti che a Settembre riusciranno a superare le selezioni per l’accesso al nuovo corso di laurea in “Restauro dei Beni culturali”.

Per info: www.unisob.na.it

Gloria Esposito

p. 45 Campus

Sfoglia aprile        settembre